Il tuo carrello - € 0,00

Non hai articoli nel carrello.

Offerta AGOSTO 2020

Connessione: (INTERNET) - (GSM 2G, 3G, 4G, 5G) - (PSTN)

Quando si acquista una centrale di allarme uno degli aspetti più importanti da considerare è come si connette all’esterno per avvisare di un’intrusione o più semplicemente per segnalare eventuali anomalie.

Comunicazione centrale

Inizialmente veniva utilizzata la rete telefonica PSTN (quella del telefono fisso di casa), successivamente si è sfruttata la rete GSM (quella dei telefoni cellulari), fino ad arrivare alla più recente e performante tecnologia dei giorni nostri: IP (rete internet).
Antifurto365 è sempre un passo avanti ed infatti a differenza di tanti altri obsoleti sistemi in commercio offre le più recenti tecnologie presenti sul mercato: PSTN – GSM ma soprattutto internet. Ovviamente i maggiori vantaggi vengono offerti dalla tecnologia più recente, ossia internet.

Quali sono i vantaggi nell'usare un centrale INTERNET rispetto ad un normale GSM?

Un aspetto importante è che l'uso di più frequenze e protocolli (quindi GSM, PSTN, internet) riduce la possibilità che malintenzionati possano oscurare le frequenze radio in caso di allarme.
Infatti alcuni ladri tecnologici, al fine di bloccare le chiamate telefoniche inviate dai sistemi di allarme, utilizzano dei dispositivi "jammer" che sono in grado di inibire le comunicazioni radio. Solitamente questi "jammer" lavorano sulle frequenze GSM quindi i sistemi di allarme che utilizzano combinatori 2G, 3G, 4G o 5G.

Sistema misto Internet IP Gsm

E' evidente che solo un sistema internet, per quanto ci risulti, sia immune da un tentativo di sabotaggio con “jammer”. La maggiore sicurezza viene offerta proprio da un sistema misto INTERNET e GSM, un’eventuale sabotaggio sulle frequenze GSM 2G, 3G, 4G o 5G non impedirebbe alla comunicazione internet di continuare ad operare.

Rete GSM: 2G

La rete GSM 2G è stata lanciata commercialmente nel 1991 con l'introduzione dello standard GSM. Essendo una tecnologia vecchia di molti anni in alcuni paesi lo "switch off" ossia la disattivazione di questa rete GSM 2G è prevista per i prossimi anni. Se possiedi un sistema GSM 2G e la rete GSM 2G venisse disabilitata anche in Italia, questo significherebbe dover cambiare il proprio sistema di allarme perché obsoleto e non in grado di usare le reti più recenti.
Antifurto365 non usa centrali con solo il combinatore GSM 2G, pertanto non dovrai temere questa circostanza.

Rete GSM: 3G, 4G o 5G?

Le alternative attualmente rimanenti sono tre: il 3G, ossia lo standard consolidato di terza generazione diffuso ormai da diversi anni, il 4G che ha preso piede nel 2012, il 5G che ancora non copre la maggior parte del territorio italiano. Se risiedete in un'area senza copertura 5G, la centrale GSM 5G non ha alcun senso.
Il primo dato da sapere è che non basta comprare una centrale compatibile 5G per beneficiare di una connessione 5G: tutto dipende dalla SIM che si inserisce e conseguentemente dal contratto stipulato con l'operatore telefonico, che in genere prevede tariffe più salate per il 5G.
Oltre all'aspetto economico la differenza fra è anche una questione di velocità: la normale connessione 3G garantisce velocità di picco fino a 42 Mbps, con quella 5G si arriva a picchi di 20Gbps. Ma questo fattore è ininfluente per la centrale di allarme.

Pertanto le consolidate reti 2G e 3G sono senza dubbio da preferire, essendo le più utilizzate e quelle che continueranno ad offrire una copertura maggiore per i prossimi anni.
Analizzati i pro e i contro di un combinatore GSM 2G, 3G, 4G o 5G, allo stato attuale antifurto365 ha scelto di produrre centrali con tecnologia WiFi-Internet insieme a GSM quadriband 2G+3G+4G/5G update. Per 4G/5G update si intende che sono aggiornabili gratuitamente a 4G/5G qualora in futuro apportasse dei vantaggi!

agevolazione fiscale antifurto